logoadlvettoriale

facebook
youtube
instagram
LogoOlinorm

P.Iva: 07270281210

Sede legale: Piazza Grandi 11, 20129 Milano (MI)

Sede operativa: Via Professor Filippo Manna, 7 Casalnuovo di Napoli (NA)

Tel.: +39 081 8541921 | email: info@adlfarmaceutici.it

16/12/2018, 12:58

Candidosi



Candidosi:-alla-scoperta-della-patologia


 La candidosi è un’infezione molto comune causata da diverse specie di funghi del genere Candida, tra le quali la più nota è la Candida albicans.



Lacandidosi è un’infezione molto comune causata da diverse specie difunghi del genere Candida,tra le quali lapiù nota è la Candida albicans. Sebbene tali lieviti siano presentifisiologicamente nell’intestino, nella cavità orale, nella vaginae nelle vie respiratorie, un abbassamento delle difese immunitarie ouna rottura dell’equilibrio della flora batterica possono causareuna proliferazione non controllata con insorgenza dell’infezione.Le infezioni da Candida possono essere più o meno invasivediventando potenzialmente letali quando il fungo entra nel circolosanguigno raggiungendo tutti i distretti corporei. Possiamodistinguere la candidosi oro-faringea (anche detta mughetto),vaginale e sistemica. Lavagina è un distretto anatomico caldo e umido, quindiparticolarmente favorevole alla proliferazione dei lieviti.Normalmente i lattobacilli della flora batterica la proteggono dalleinfezioni rendendo l’ambiente acido, tuttavia alcune condizionipossono indebolire le difese naturali causando una riproduzioneeccessiva dei microrganismi. Leterapie antibiotiche ad esempio alterano il microbiota umano(microrganismi "buoni" presenti fisiologicamente), così comealcuni detergenti intimi aggressivi. Diabete o gravidanza aumentanola concentrazione di zuccheri che rappresentano una fonte di energiaper il fungo. Altri fattori scatenanti sono l’utilizzo eccessivo dicaffè, bevande alcoliche e cioccolato, stitichezza e utilizzoprolungato di indumenti bagnati. Inoltre stress, cattivaalimentazione, chemioterapie o patologie come AIDS o mononucleosicomportano un abbassamento delle difese immunitarie con conseguenteproliferazione del fungo.Lacandida vaginale ha un’elevata incidenza tra le adolescenti e ledonne adulte ed è facilmente trasmissibile. Il contagio puòavvenire tramite l’uso promiscuo di indumenti e asciugamani e c’èelevata probabilità di trasmissione anche durante i rapportisessuali. In quest’ultimo caso si parla di effetto ping-pong cioèi partner continuano a reinfettarsi tra loro e diventa difficiledebellare l’infezione. Inoltre è tipica anchel’auto-contaminazione della mucosa vaginale a causa di unasbagliata modalità di igiene intima: le feci possono entrarefacilmente in contatto con i genitali per cui è raccomandabilelavare la zona con movimenti che vanno dalla vulva verso l’ano.Isintomi tipici dell’infezione nella donna sono rossore,irritazione, bruciore, prurito, perdite biancastre, dolore (anche alrapporto e alla minzione), macchie bianche sulla cute a livellogenitale.Nell’uomol’incidenza dell’infezione è più bassa e i sintomi sono:infiammazione e bruciore di glande e prepuzio e chiazze rosse.Ladiagnosi avviene mediante visita ginecologica e analisi almicroscopio di secrezioni vaginali prelevate mediante un tampone.Lacandidosi si presenta spesso nella sua forma ciclica, quindi con piùepisodi all’anno. Le recidive possono presentarsi a causa dimicroabrasioni genitali conseguenti a rapporti sessuali chefacilitano l’attacco del fungo alle difese immunitarie. Inoltrequesti funghi tendono a crearsi una barriera di proteine e zuccheriche li rende difficilmente annientabili. In caso di infezione è beneevitare rapporti sessuali completi, avere accorgimenti sullo stile divita e associare il tutto a una terapia farmacologica conantimicotici (di solito azolici) per via topica o orale e probiotici(fermenti lattici) per via orale o sotto forma di ovuli cheripristinano l’ecosistema.


1

Copyright 2018. All rights reserved by Olinorm 

Created By Valentina De Ponte

106

facebook
youtube
instagram
Web agency - Creazione siti web CataniaCreare un sito professionale