1. L’attività fisica è consigliata in gravidanza? 
  2. Quale tipo d’attività fisica?

L’attività fisica è consigliata in gravidanza? 

L’attività fisica è consigliata alle donne in gravidanza in quanto ha dimostrato avere effetti benefici sia per la madre che per il bambino.

L’importante è non esagerare e seguire i consigli del ginecologo che in base alle condizioni della futura mamma e all’andamento della gravidanza, consiglierà l’attività fisica più opportuna. 

Solitamente ad una futura mamma in buona salute e senza patologie particolari vengono consigliati un 30-40 minuti di esercizio fisico a bassa intensità. 

L’esercizio regolare è preferibile a quello intermittente, l’assunzione di calorie dovrà essere adeguato e gli esercizi dovranno essere preceduti da 5 minuti di riscaldamento ed essere seguiti sempre da 15 minuti di stretching. 

E’ importante svolgere una costante attività fisica, non solo in gravidanza, ma già a partire dal periodo prima del concepimento e proseguirla nel periodo dopo il parto. 

L’esercizio fisico regolare rende la muscolatura della schiena e delle gambe più forte proteggendo la futura mamma dal dolore lombare, migliora la circolazione del sangue contrastando gonfiori, trombosi, crampi che caratterizzano soprattutto gli ultimi mesi di gravidanza. 

Anche per il feto l’attività fisica rappresenta un grande beneficio, favorisce il miglioramento delle funzioni della placenta, della velocità di crescita placentare, un miglior sviluppo neuronale ed una riduzione della percentuale di grasso corporeo fetale.

L’esercizio fisico deve essere interrotto in caso di dolori, perdita di liquido amniotico, emorragia vaginale, cefalea, astenia muscolare, nausea, contrazioni uterine, vertigini.

Quale tipo di attività fisica?

L’attività fisica apporta benefici psicologici, che includono riduzione della stanchezza, dello stress, della depressione.

L’attività fisica considerata sicura in gravidanza è l’attività aerobica come: 

  • Esercizi sportivi che attivano i muscoli in maniera continuativa da effettuare tenendo sotto controllo la frequenza cardiaca; 
  • Esercizi in acqua, in cui il peso del corpo è ridotto e non si va a sollecitare l’apparato muscolo scheletrico in modo traumatico; 
  • Camminata o corsa moderata con scarpe ben ammortizzate e svolta con moderazione; 
  • Ciclismo svolto su piani sicuri, il peso viene scaricato sulla bicicletta e si favorisce il movimento con un basso sforzo;
  • Yoga che risulta essere uno sport ideale per la gravidanza sempre con l’indicazione di non affaticarsi. 

Per i mesi della gravidanza sono quindi indicati sport distensivi e rilassanti, in ogni sessione di allenamento, è consigliato eseguire esercizi specifici per il rinforzo del pavimento pelvico e lavorare sulla muscolatura addominale, questo garantirà forza ed elasticità al tessuto nel momento del parto, rendendo meno difficile la fase espulsiva del feto. 

Recommended Posts