Che cos’è l’ecoaccrescimento?

L’ecografia del III trimestre o eco-accrescimento fa parte delle ecografie di routine in gravidanza insieme all’ecografia del I trimestre e all’ecografia morfologica. Si esegue nel terzo trimestre in genere tra le 32-34 settimane e permette di valutare la crescita ed il benessere del feto. Prima di iniziare l’esame è bene identificare l’età gestazionale. 

Cosa permette di valutare?

E’ un’ecografia finalizzata a misurare le dimensioni del feto per valutare se sta crescendo bene ma valuta anche la presenza dell’attività cardiaca e dei movimenti fetali, la situazione e la presentazione fetale, la localizzazione della placenta ed il suo grado di maturità (da 0 a III) per escludere la condizione di “placenta previa” (l’impianto della placenta in corrispondenza o in prossimità dell’orifizio uterino interno), la quantità di liquido amniotico per valutare se ridotto o aumentato.

Permette di valutare anche alcuni parametri biometrici come estremo cefalico, circonferenza cranica (HC), diametro fronto-occipitale (OFD), diametro bi parietale (BPD), circonferenza addominale (AC), la lunghezza delle ossa lunghe come omero, ulna, radio, femore, tibia e fibula.Da queste misurazioni si ottiene anche la stima del peso fetale ovvero il peso fetale con un errore del ± 10%. 

Recommended Posts