Che cos’è il Test TORCH? 

Il Test TORCH è un esame in grado di rilevare la presenza di agenti patogeni responsabili di alcune malattie batteriche, virali e parassitarie che possono presentarsi senza sintomi ma che possono causare gravi conseguenze al feto e al neonato.

L’acronimo TORCH sta per Toxoplasmosi, Rosolia, Citomegalovirus, virus dell’Herpes simplex e Othersta che va ad indicare altre malattie (come sifilide, HIV, infezioni da coxsackie virus, virus varicella-zoster, parvovirus). Il rischio varia a seconda dell’agente infettivo e delle settimane di gestazione e tendenzialmente diminuisce con il progredire dell’epoca gestazionale. 

La Toxoplasmosi è un’infezione provocata da un parassita (Toxoplasma gondii) che può essere trasmessa dalla madre al feto attraverso la placenta durante la gravidanza e si può verificare in qualsiasi periodo gestazionale. Se contratto nel primo trimestre può portare ad aborto spontaneo o sviluppo di difetti congeniti. 

La Rosolia è una malattia esantematica contagiosa causata da un virus appartenente alla famiglia dei Rubivirus. Se contratta precocemente durante la gravidanza può portare ad aborto spontaneo o alla sindrome rubeolica che determina nel feto difetti neonatali multipli tra cui: sordità neurosensoriale, cataratta congenita, problemi di vista e lesioni cardiache e danni encefalici. Dopo la sedicesima settimana il rischio è basso e le conseguenze per il feto sono lievi o addirittura trascurabili.

Il Citomegalovirus (CMV) è un virus della stessa famiglia degli Herpes, può passare al feto durante il parto o attraverso il latte materno. I neonati infettati possono andare incontro a gravi problemi come perdita dell’udito, ritardo mentale, polmonite, ma il 50-80 % delle donne ha contatti con CMV prima della gravidanza ed è perciò praticamente immune.

Il virus dell’Herpes simplex (HSV) è un virus a DNA che infetta l’uomo, viene di solito trasmesso per via orale o per contatto genitale. II virus, generalmente, passa al bambino attraverso il parto quando le madri sono infette a livello genitale. Il virus può diffondersi in tutto il corpo del neonato attaccando organi vitali come fegato, polmoni e sistema nervoso centrale.

Quando viene prescritto? Quali valori rileva?

Il test TORCH viene prescritto come test di screening all’inizio della gravidanza o quando una coppia progetta di avere un figlio. Si effettua con un normale prelievo di sangue. 

Si va a valutare la presenza di specifici anticorpi IgG ed IgM attivati in seguito ad infezioni.

Un risultato ottimale si ha quando non si rilevano quantità misurabili di anticorpi IgM nel sangue della madre o nel feto. È importante fare il test in quanto queste malattie possono risultare pericolose per il feto, soprattutto se contratte nelle prime fasi dello sviluppo.

Recommended Posts